Pozzallo e dintorni

Modica, Ragusa, Scicli, Ispica...

Descrivere, a chi non l’ha ancora visitata, una provincia Siciliana, è un po’ come raccontare, a chi non lo ha ancora letto, la trama di un libro. Noi vi facciamo sfogliare le pagine più tipiche ed attuali della nostra area Iblea. Andrea Camilleri, autore del Commissario Salvo Montalbano interpretato nella fiction da Luca Zingaretti, ha inscenato i suoi racconti in un mondo immaginario, frutto dell'unione dei più importanti angoli di località come Porto Empedocle, Sciacca, Menfi e altre città dell'agrigentino. I luoghi dell'opera letteraria(Vigata, Marinella, Montelusa, la Mannara), sono stati ricreati dal regista Alberto Sironi e dalla scenografo Luciano Ricceri in buona parte nella provincia di Ragusa. Altre scene sono state girante anche a San vito Lo Capo(TP), Tindari(ME), Favignana e Siracusa. La gran parte dei luoghi del set della fiction legata al Commissario Montalbano si trovano nella provincia di Ragusa, sebbene le descrizioni dei luoghi narrati nella finzione letteraria da Andrea Camilleri siano quelli legati a com'erano nella sua infanzia, nella provincia di Agrigento. Ad esempio la Fiacca è Sciacca, Fela è Gela, Vigata(in provincia di Montelusa ossia Agrigento) in realtà è Porto Empedocle, e richiama nel suono Licata città natale di Andrea Camilleri. Luoghi oggi divenuti troppo diversi da come vengono illustrati nei libri, e quindi si è preferito girare le pellicole altrove. Ragusa, Scicli, Modica, Comiso, Vittoria, Ispica e Santa Croce sono i Comuni che, insieme a molte residenze private, hanno arricchito, con la loro indiscutibile bellezza architettonica, la scenografia degli episodi della fortunata serie televisiva, che risulta un concentrato di colori, sapori e tradizioni tipiche della Sicilia.